Risparmio energetico

IL RISPARMIO ENERGETICO

Durante linverno emerge il problema delle esorbitanti bollette di gas da pagare. Per risolvere il problema posto da nostri clienti, occorre individuare i maggiori fattori di dispersione energetica. Essendo professionisti nel campo abbiamo pensato di darvi alcune indicazioni

Le regole per effettuare un primo Risanamento Energetico :

 

IL CONTROLLO DELLE FUGHE DI GAS

Una fuga di gas può essere presente e non ce ne accorgiamo, se non dalleccessiva bolletta del. Sì perchè a volte le fughe di gas possono essere sulla tubazione esterna o insidiarsi allinterno dei muri. E bene quindi controllare se ci sono fughe sulla tubazione del vostro impianto gas. I nostri incaricati lo possono verificare con appositi strumenti e infine potranno lasciarvi la relativa documentazione con positivo o negativo.

Ovviamente in caso di esito negativo vi consiglieremo quali lavori sono da effettuare

 

CONTROLLO DISPERSIONI TERMICHE

Secondo lattuale legge non è più possibile affittare o vendere un immobile se non prima che sia stata effettuata la Certificazione Energetica. Questa documentazione infatti è necessaria per stabilire il livello di dispersione termica della vostra casa. La rilascia un architetto o ingegnere termico che abbia conseguito labilitazione presso gli uffici competenti. Le classi di valutazione energetica di un edificio vanno dalla classe A alla G. Quando si è davanti ad una Classe di valutazione energetica G ( la più bassa ) significa che è presente un altissima dispersione energetica

Vediamo cosa è possibile fare in questi casi :

SOSTITUIRE LA CALDAIA CON UNA NUOVA A CONDENSAZIONE

Grazie agli incentivi, cambiando la caldaia con una di tipo a condensazione e anche le valvole termostatiche, è ancora possibile detrarre il 55% di tutta la spesa sostenuta

Facciamo subito un esempio pratico ?

Per riscaldare un alloggio non più grande di 150 mq con 5 stanze da 30 mq. cadauna, è necessaria una caldaia da 20.000 kcal/h , e n.5 valvole termostatiche equivalenti ad una spesa complessiva di circa 3000,00 Euro.
Con la detrazione del 55% possiamo scalare dalla dichiarazione dei redditi circa 1500,00 Euro. Ciò significa che il vostro nuovo impianto vi è costato solo 1500,00 Euro
La caldaia a condensazione ha un consumo inferiore di circa il 30% in meno rispetto una caldaia tradizionale e le valvole termostatiche si chiudono automaticamente quando nella stanza viene raggiunta la temperatura preimpostata, in altre parole è la soluzione ottimale per ripagarvi tutto il vostro nuovo impianto termico a energetico.

 

SOSTITUIRE PORTE E FINESTRE ( INFISSI E VETRI )

Installando degli infissi a doppio taglio termico con doppio vetro si abbassa notevolmente la dispersione di energia, in alcuni casi anche dell80%. Anche questo è un lavoro per il quale è possibile detrarre il 55% di tutta la spesa sostenuta. Oltre allisolamento termico godrete anche dellisolamento acustico, un confort importante soprattutto per chi vive in città.

 

ALTRI FATTORI ENERGETICI

Ci sono inoltre altri fattori di dispersione energetica che possono aiutarvi nel risanamento:

- IL GRADO DI ISOLAMENTO DELLE PARETI, DEL PAVIMENTO, DEL TETTO, ECC

 

Al momento in cui chiederete un preventivo, il nostro incaricato vi spiegherà e consiglierà per la soluzione migliore.

Per richiedere un preventivo chiamate lo 011488884 oppure inoltrate una mail a info@ariagas.it

 

Valuta questa pagina